Search News Posts

  • Informazioni + 39 081 850 23 78

  • Mobile +39 335 65 65 658

  • Home
  • Corsi
  • Addetto alla prevenzione incendi e lotta antincendio
Sicurezza sul lavoro

Addetto alla prevenzione incendi e lotta antincendio

Sicurezza sul lavoro

Riferimenti Legislativi

Ai sensi dell'art. 46, comma 2, del D.Lgs. 81/08, nei luoghi di lavoro devono essere adottate idonee misure per prevenire gli incendi e per tutelare l'incolumità dei lavoratori. A tal fine, il datore di lavoro e i dirigenti, ai sensi dell'art. 18, comma 1, lett. b), hanno l'obbligo di designare preventivamente i lavoratori incaricati dell'attuazione delle misure di prevenzione incendi e lotta antincendio, di evacuazione dei luoghi di lavoro in caso di pericolo grave e immediato, di salvataggio, di primo soccorso e, comunque, di gestione dell'emergenza. Ai sensi dell'art. 34, comma 1- bis, del D.Lgs. 81/98, salvo che nei casi di cui all'articolo 31, comma 6, nelle imprese o unità produttive fino a cinque lavoratori il datore di lavoro può svolgere direttamente i compiti di primo soccorso, nonché di prevenzione degli incendi e di evacuazione, anche in caso di affidamento dell'incarico di responsabile del servizio di prevenzione e protezione a persone interne all'azienda o all'unità produttiva o a servizi esterni così come previsto all'articolo 31, dandone preventiva informazione al rappresentante dei lavoratori per la sicurezza ed alle condizioni di cui al comma 2-bis, il quale prevede che "Il datore di lavoro che svolge direttamente i compiti di cui al comma 1-bis deve frequentare gli specifici corsi formazione previsti agli articoli 45 e 46".

Finalità

Il corso è indirizzato alla preparazione obbligatoria per i lavoratori incaricati alle attività di emergenza,prevenzione e lotta agli incendi, evacuazione. Assicurare le necessarie conoscenze teoriche e pratiche per l'attuazione delle misure di prevenzione incendi, lotta antincendio e gestione delle emergenze.

Sede svolgimento corso

Scafati (SA), Via Calvanese, trav. Vicinale Cioffi snc

Articolazione didattica

Attività a rischio di incendio elevato. (Parte Teorica) La classificazione di tali luoghi avviene secondo i criteri di cui all'allegato I al presente decreto. A titolo esemplificativo e non esaustivo si riporta un elenco di attività da considerare ad elevato rischio di incendio: industrie e depositi di cui agli articoli 4 e 6 del D.P.R. n. 175/1988 e successive modifiche ed integrazioni; fabbriche e depositi di esplosivi; centrali termoelettriche; impianti di estrazione di oli minerali e gas combustibili; impianti e laboratori nucleari; depositi al chiuso di materiali combustibili aventi superficie superiore a 20.000 mq; attività commerciali ed espositive con superficie aperta al pubblico superiore a 10.000 mq; scali aeroportuali, infrastrutture ferroviarie e metropolitane; alberghi con oltre 200 posti letto; ospedali, case di cura e case di ricovero per anziani; scuole di ogni ordine e grado con oltre 1000 persone presenti; uffici con oltre 1000 dipendenti; cantieri temporanei o mobili in sotterraneo per la costruzione, manutenzione e riparazione di gallerie, caverne, pozzi ed opere simili di lunghezza superiore a 50 m; cantieri temporanei o mobili ove si impiegano esplosivi. Per la parte Pratica ci si avvale del Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco. Attività a rischio di incendio medio. A titolo esemplificativo e non esaustivo rientrano in tale categoria di attività: i luoghi di lavoro compresi nell'allegato al D.M. 16 febbraio 1982 e nelle tabelle A e B annesse al D.P.R. n. 689 del 1959, con esclusione delle attività considerate a rischio elevato; i cantieri temporanei e mobili ove si detengono ed impiegano sostanze infiammabili e si fa uso di fiamme libere, esclusi quelli interamente all'aperto. Attività a rischio di incendio basso. Rientrano in tale categoria di attività quelle non classificabili a medio ed elevato rischio.

Destinatari

Il corso è rivolto a tutti gli addetti alla prevenzione incendi, lotta antincendio e gestione delle emergenze operanti nelle aziende a rischio incendio come previsto dall’ art. 37 del D.Lgs 81/08 e dal DM 10/03/98.

Attestazione

Al termine del corso verrà rilasciato a tutti i partecipanti un Attestato di Frequenza.

Durata

A seconda del livello di rischio il corso ha una durata di 16, 8 o 4 ore.

Sei interessato a questo corso? Vuoi maggiori dettagli ?